FantasYoga

LABORATORIO DEL 7° SENSO

TELEPATIA E CHIAROVEGGENZA

Una ricerca Europea parla del primo esperimento di comunicazione Telepatica riuscito tra India e Francia. Un vero shock per il sistema! Alcuni dei più ostinati scettici del mondo, accettano il fatto che la telepatia è ormai scientificamente provata. Questi sono gli stessi che attaccano regolarmente i medium ed il paranormale. Ora Chris Carter sottolinea in un articolo in The Epoch Times (sito che tiene un atteggiamento molto duro) che gli psicologi  scettici Richard Wiseman e Chris French hanno ammesso che le prove per la telepatia sono altrettanto valide per gli standard di qualsiasi altro settore della scienza, che la telepatia è stata, di fatto, dimostrata

Ma è proprio vero che le pratiche yoga strutturano il cervello al punto da sviluppare facoltà sottili tra cui chiaroveggenza e telepatia? La scienza si occupa dei fenomeni paranormali da poco più di un secolo , ma è divisa sull’interpretazione dei risultati. Alcuni ricercatori decretano il fallimento di qualsiasi tentativo di “controllare” i fenomeni paranormali, che tuttavia sembrano effettivamente esistere. Organizzazioni  come l’americana CSICOP e l’Europea ECSO, a cui aderisce l’italiana CICAP, ritengono  siano un insieme di esperimenti malfatti o infarciti di trucchi e l’unica ricerca seria possibile sia il loro smascheramento.

In oriente le qualità elevate della mente più appariscenti vengono definite Siddhi;  fenomeni di guarigione, premonizione e lettura del pensiero sono considerati  il naturale frutto di una mente integrata ma  limitanti allo sviluppo spirituale se ci si attacca ad essi.

Nella storia si sono avvicendati numerosi medium, qualcuno onesto e molti ciarlatani smascherati dal rigore scientifico. In occidente Il dott Charles Richet viene considerato il pioniere della ricerca parapsicologica internazionale. Nel 1882  fu il primo a condurre esperimenti con soggetti non ipnotizzati, tentando di far individuare disegni e  simboli presenti su carte da gioco estratte a caso, oppure sequenze di numeri, nomi di persone e località e bersagli di altro tipo che avevano in comune il fatto di poter essere facilmente codificati.

 

 

Cosa succederebbe alla nostra società se chiaroveggenza e telepatia diventassero pratica consapevole e comune ?