Yoga dei due secondi

Nelle sedute dello “ Yoga dei due secondi” integriamo la struttura suggerita da Yogi Bhajan del Kundalini Yoga con la pratica fosfenica proposta dal dott.re Lefebure. Quest’ultimo  ha rivisitato i culti antichi, consapevole dell’importanza della luce per l’evoluzione dell’uomo. Le antiche pratiche, tacciate di superstizione dal pensiero materialista, avevano l’obiettivo spesso non dichiarato, del completo sviluppo del cervello e dell’acquisizione dei poteri sottili per garantire l’evoluzione dell’essere.

Lo Yoga dei due secondi è un insieme di sperimentate tecniche dello Yoga Kundalini e del Fosfenismo, in grado di correggere gli squilibri negli 8 centri energetici e nei 10 corpi sottili, dove la luce, i suoni, le tensioni statiche e gli angoli delle posizioni fisiche stimolano sofisticate reazioni fisiologiche nei centri energetici superiori.

FOSFENISMO

 … Il metodo didattico è stato perfezionato grazie alla scoperta del lavoro alternato degli emisferi cerebrali e al ruolo che gioca il movimento del corpo scandito da un ritmo specifico. E’ stato provato che il funzionamento cerebrale viene migliorato quando gli emisferi  subiscono un’oscillazione alternata al ritmo dei due secondi, chiave per accedere allo sviluppo delle facoltà psichiche.

Cosa sono i Fosfeni

I fosfeni sono tutte le sensazioni luminose soggettive, o immagini che persistono nella retina. Si ottengono fissando per circa trenta secondi una lampada opalina di 75/150 watt oppure il sole per 2 secondi. Sono il riflesso amplificato del funzionamento cerebrale. L’attenzione, la memoria, la riflessione, vengono regolarizzate dall’alternanza cerebrale.

Controindicazione

Queste brevi fissazioni e abbagliamenti non danneggiano la vista, l’unica controindicazione è il glaucoma, cioè l’ipertensione dei liquidi dell’occhio.

Dondolamenti

Nello Yoga dei due secondi dopo l’abbagliamento con la lampada si produrrà un fosfene, dopodiché dondoleremo il corpo al ritmo di due secondi scandendolo con un metronomo.

Purtroppo  la nostra umanità snaturata considera il dondolamento come un problema psicologico, espressione di autismo, mongolismo o disturbo mentale. I giochi dei bambini, come il cavallo a dondolo, l’altalena, i giri su se stessi che fanno e che ritroviamo nella giostra del parco giochi, sono l’espressione più importante di leggi fisiologiche, per lo sviluppo del sistema nervoso e cerebrale della nostra umanità. Di qui le numerose pratiche di dondolamento nelle procedure iniziatiche.

 ESCAPE='HTML'

La pratica dello Yoga dei due secondi ci permette di tornare come bambini e di riscoprire ritmi naturali interni giungendo allo stato meditativo del non-agire, dove il cervello funziona in piena libertà, privo dei lacci dei condizionamenti e dei pregiudizi, felici di essere ciò che si è.

Per partecipare alle lezioni, manifestare il proprio interesse inviando una mail a egidio.minichini@hotmail.it . La pratica esperienzale potrà anche avere dei momenti nella natura (vedi la pagina del sito " Pratiche nella Natura "